The Easy Way Italian

Mercato Centrale

IL MERCATO CENTRALE - La spesa con i 5 sensi



Il Mercat Central di Valencia si è sempre distinto per la qualità, la varietà e la freschezza dei suoi prodotti, così come per il trattamento attento e personalizzato dei suoi venditori.


Ma oltre alla sua principale attività, il carattere innovatore e commerciale dei suoi venditori fa sì che questo mercato cresca e si migliori ogni giorno. Attualmente è uno spazio importante per la vendita di prodotti freschi ed una grande attrazione culturale e turistica sia per i visitatori stranieri che per gli stessi valenzani.

Il Mercat Central di Valencia comprende quasi 300 piccole imprese, coinvolgendo nell’attività giornaliera 1.500 persone. È il più grande centro d’Europa dedicato alle specialità di prodotti freschi ed il primo mercato nel mondo ad affrontare la sfida della informatizzazione delle vendite e della distribuzione a domicilio, fin dal 2 ottobre 1996.


Attualmente, il Mercat Central è un importante polo economico della città di Valencia, sia per l’attività dei commercianti che per l’affluenza che sviluppa e gli eventi che vi vengono organizzati.


La spettacolarità del Mercat Central è innegabile. Si tratta di uno degli edifici più affascinanti e visitati della città di Valencia.





La sua architettura non altera l’estetica della piazza, dove s’integra alla perfezione con altri due importanti monumenti: la Lonja de la Seda (il mercato della seta) e la iglesia de los Santos Juanes (chiesa dei Santi Giovanni). È, senza dubbio, il palazzo più rappresentativo della Valencia che, agli inizi del XX secolo, avanza verso il progresso tecnologico e mercantile e si sente orgogliosa del potenziale agricolo dei suoi campi. Questo impegno verso il progresso e per la produzione agricola si rispecchia nella struttura modernista del mercato e nell’ornamentazione allegorica che osserviamo al suo interno.


Le cupole di ferro, cristallo e ceramica (quella centrale arriva a 30 metri di altezza) e le banderuole che le coronano (quella del pappagallo e quella del pesce), s’integrano in una panoramica paesaggistica di torri e campanili tipicamente valenzana.